22.10

Workshop di Exotic Pole Dance con Elena Shtalinskaya

Si è concluso il workshop con Elena Shtalinskaya ed ecco cosa ci è rimasto di questa fantastica esperienza.


Lo scorso sabato 18 ottobre allo Studio Pole Dance di Monza si è svolto il workshop di exotic pole dance con Elena Shtalinskaya e la sua assistente Lucia Lazebnaya, due ragazze estremamente solari che hanno saputo mettere a proprio agio e far lavorare in un clima di impegno ed allegria le classi.


Nonostante uno scoglio linguistico, inizialmente superato grazie alla pronta traduzione di Elena Sokolova, abbiamo appreso come il linguaggio del corpo sia universale. Elena Shtalinskaya è riuscita a far comprendere tutti i trick e le combo della coreografia grazie ad un preciso controllo dei suoi movimenti.

Le prime parole internazionali che sono state pronunciate? Ovviamente “every time you dance, point your toes”, anche e soprattutto con i tacchi. 


Come sempre è stato davvero stimolante apprendere un diverso modo di esprimersi ballando al palo, un’esperienza molto formativa e completa per tutti i livelli. Sicuramente Elena ha molto da trasmettere con il suo stile unico, una ballerina e coreografa di fama internazionale, primo posto al Campionato di Siberia 2010 di Exotic Pole Dance e successivamente giudice onorario di svariate competizioni. È interessante conoscere nuove tecniche e nuove metodologie da chi può portare le sue esperienze in giro per il mondo.

Tutte le allieve sono rimaste affascinate dalla leggiadria e fluidità con cui venivano combinate tra loro le figure, ed è proprio ciò su cui si è maggiormente lavorato. I passaggi tra floorwork e trick al palo sono spesso uno zoccolo duro nell'elaborazione di una routine, ma anche capire come scendere in modo morbido e fluido tra il palo ed il pavimento è certamente importante. Con Elena abbiamo provato molte varianti trai suoi passi più caratteristici. 

La sua assistente Lucia non è stata da meno con il corso base. Due lezioni improntante sull'apprendimento di nuove figure e trottole da unire in una sensuale coreografia, delle bellissime sequenze da continuare a provare per poterle fare nostre.


Da non dimenticare di lasciare sciolte le proprie chiome perché nella pole exotic le movenze vengono accompagnate dall’head roll nel quale i capelli ricoprono un ruolo fondamentale. 

Altrettanto importante è ricordare di proteggersi le ginocchia quando si prova una routine di Elena Shtalinskaya, ma in fondo noi pole dancer traiamo soddisfazione dalle nostre contusioni, come fossero medaglie, e ora possiamo mostrare quella che ci glorifica della presenza nella sua classe.


Infine abbiamo avuto la fortuna di vederla esibirsi in una improvvisazione esclusiva solo per noi. 

Un pomeriggio davvero intenso e piacevole che speriamo di avere modo di ripetere al più presto.


Clicca qui per vedere le foto del workshop.

22.10.2014 00:44